La mela campanina alla prova del cuoco

La mela campanina alla prova del cuoco,ancora una volta i programmi di cucina più rinomati si sono interessati a questa mela speciale.

Il fascino dell'”abbronatura”della mela campanina ha contagiato la prova del cuoco,una lavorazione del tutto particolare che nella melicoltura convenzionale è una pratica quasi sconosciuta.

Ma che dire allora della sua antichissima storia,delle sue grandi proprietà antiossidanti,del suo legame storico con la buonissima mostarda mantovana,dei suoi alberi secolari,e della tradizione dei nostri nonni di distenderla sulla paglia nell’aia ?

Sarà per la prossima volta……

Nuova produzione 2017 di mele campanine

Ecco pronta la nuova produzione 2017 di mele campanine.

distesa di mele campanine a Quistello
mele campanine di Paolo Franzoni distese al sole

Da notare sulla destra quelle appena distese ancora verdi che contrastano con quelle alla sinistra raccolte il giorno prima e che cominciano a diventare rosse.

Al terzo giorno di sole ,quando avranno un bel rosso acceso,verranno raccolte di nuovo per essere consegnate ai consumatori.

Non vi ricordano un pò quei turisti che vanno al mare in luglio bianchissimi,e che tornano in agosto tutti abbronzati?

Questo lungo e costoso processo di lavorazione è una delle cause della sostituzione dei frutteti di mele campanine con altre mele più moderne che oltre a produrre di più sono anche molto più veloci da raccogliere.

Il sapore della mela campanina cotta,ma anche cruda,non può però essere sostituito.

Paolo Franzoni

ciao papà

Oggi è stato un giorno molto triste per me e i miei cari.

Da tanti anni ormai venivi in campagna molto di rado ,e solo quando trovavo il tempo di accompagnarti.

Oggi girando quà e là nei vari posti del frutteto mi sono ricordato (e penso che lo farò ancora per molto tempo) quanto tu eri felice qui ,e quello che hai fatto.

Mi accorgo che il mondo stà cambiando ,e stà cominciando ad apprezzare quello che facevano i contadini una volta.

Mi accorgo che il mondo stà cominciando ad apprezzare ed a tutelare le biodiversità di una volta.

Le stesse biodiversità (tra cui la mela campanina) in cui tu hai sempre creduto per primo,e che insieme a mia mamma hai coltivato per tantissimi anni prima di me.

Mi piace ricordarti come in questa foto,serio ,ma felice.

Onore al merito

Andrea Franzoni nella sua campagna